Skip to content

Servizio Civile è…

Attraverso il Servizio Civile Universale si ha la possibilità di fare un’esperienza utile alla propria crescita e alla propria formazione, e al tempo stesso di dedicare un anno al servizio degli altri.

Servizio Civile è impegnarsi in un progetto finalizzato alla difesa, non armata e nonviolenta, della Patria, all’educazione, alla pace tra i popoli e alla promozione dei valori fondativi della Repubblica italiana, con azioni concrete per le comunità e per il territorio.

È un impegno per gli altri, è una partecipazione di responsabilità, è una occasione per crescere confrontandosi, è un modo per conoscere diverse realtà, per capire e condividere, è una crescita professionale, è uno strumento di pace e di integrazione, è una forma di aiuto a chi vive in disagio o ha minori opportunità, è un atto di amore e di solidarietà verso gli altri, è una occasione di confronto con altre culture, è una risorsa per il Paese, è una esperienza utile per avvicinarsi al mondo del lavoro.

Il Servizio Civile Universale rappresenta, inoltre, un’importante occasione di formazione e di crescita personale e professionale per i giovani, che sono un’indispensabile e vitale risorsa per il progresso culturale, sociale ed economico del Paese.

L’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare è stata tra i primi Enti di Servizio Civile convenzionati a dare la possibilità ai giovani di vivere l’impegno nella società civile.
Abbiamo progetti in almeno 30 territori in Italia: Roma, Pisa, Bari, Napoli, Padova, Venezia, Milano, e tanti altri.

Da Albenga a Mazara del Vallo abbiamo l’obiettivo di migliorare la qualità della vita e l’inclusione sociale delle persone con disabilità.

L’età minima per partecipare è 18 anni, quella massima è di 28 anni e 364 giorni alla presentazione della domanda per partecipare al bando.

Il Servizio Civile Universale alla UILDM dura 12 mesi. L’impegno è di minimo 25 ore settimanali di servizio, su 5 o 6 giorni a settimana a seconda del progetto.

Viene offerto ai volontari:

  • assegno mensile di 439,50 euro (tassabili solo se nell’anno si superano, sommando gli altri redditi, 7.500,00 euro)
  • formazione generale secondo le indicazioni del Dipartimento Gioventù e Servizio Civile e formazione specifica per l’ambito di impiego
  • permessi di assenza proporzionali al periodo di servizio (20 giorni per 12 mesi)
  • altri permessi straordinari per circostanze specifiche come esami universitari, donazione del sangue, ecc.
  • copertura assicurativa
  • crediti formativi
  • attestato di partecipazione rilasciato dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale
  • attestato specifico delle competenze in relazione alle attività svolte, rilasciato da un Ente Terzo;
  • valutazione dell’esperienza nei concorsi pubblici con le stesse modalità e lo stesso valore del servizio prestato presso la Pubblica Amministrazione (può valere come titolo di preferenza)
  • nei 5 progetti che prevedono “misure aggiuntive” (Roma, Manziana, Venezia e Treviso, Pisa e Versilia) un periodo di tutoraggio e orientamento lavorativo di 22 ore per facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro e valorizzare al meglio le competenze acquisite durante l’esperienza di servizio civile

Il periodo di Servizio Civile  prestati dai volontari avviati in servizio a decorrere dal 1° gennaio 2009 è riscattabile, tutto o in parte, su domanda del volontario e su contribuzione individuale, da versare in un’unica soluzione o in 120 rate mensili senza l’applicazione degli interessi di rateizzazione. (Legge 28 gennaio 2009, n. 2 (Art.4 comma 2).

Vai alla barra degli strumenti